trashness
store

trashness
EST. 2012

Gigi at the marina trashness menswear shorts
Gigi at the marina pocket square menswear
Gigi at the marina rolex trashness braceletsGigi at the marina style 
Lovely submit by Giovanni!

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (10 votes, average: 2.30 out of 5)
Loading ... Loading ...
CATEGORIES: BRACELETS, JACKET, POCKET SQUARE, SUBMITTED, WATCH

So, what do you think?

8 Comments
  1. Ale X Says:

    Un pugno nell’occhio sarebbe stato meglio! Inguardabile l’abbinamento blazer (doppio petto, poi…) + shorts. Io lo avrei accompagnato gentilmente all’uscita

  2. gigi di simio Says:

    Criticism is always welcome, but in the world there are people who like to eat the same old soup, I love the novelty and experimentation and are willing to risk.
    Bye Ale.

  3. Ale X Says:

    Puoi anche parlare in italiano invece di spararti le pose parlando in inglese. In ogni caso anche se trattasi di esperimento rischioso, è pur sempre un esperimento non riuscito e di cattivissimo gusto

  4. gigi di simio Says:

    Ale, if I wrote it in English just because Trashness is visited by people all over the world, so I felt that our exchange of ideas could be shared more quickly say to whoever wished. With pleasure I see that you are Italian, am amazed to learn that in 2013, where everything is global, you consider shoot a pose use English?? I wonder, where do you live?? I respect your opinion but I am convinced that be counter intuitive, going against the logic probably does not belong to you.
    You can not understand how I enjoyed when managers Trashess, which I consider very knowledgeable people, have responded to my email with approving and pleasure my outfit and confirming the publication.
    B.R.

  5. Ale X Says:

    Se parli in inglese con un italiano vuol dire “spararsi le pose”, soprattutto se poi il tuo inglese lascia alquanto a desiderare. Andare contro l’etichetta e la logica può sicuramente essere una virtù nel campo della moda, ma purché venga mantenuto il buon gusto e l’armonia. E le tue foto sono tutto fuorché di buon gusto e armoniche. Qui si pubblica un po’ tutto, anche fenomeni da baraccone, anche quello è stile (stile da fenomeno da baraccone, per l’appunto), quindi i motivi della pubblicazione di questi abomini non configura un’approvazione del tuo stile. Rinnovo l’invito a non sparati le pose (sia nel parlare inglese con un tuo connazionale, sia nel considerare che la pubblicazione di un paio di foto siano un premio per il tuo abbigliamento)

  6. gigi di simio Says:

    Ale, come prevedevo le tue da critiche si sono trasformate in offese nei miei confronti,(questo non te lo consento) verso il sito e indirettamente verso chi lo gestisce. Non sono un paio di foto e aggiungo non è la prima volta. Stai tranquillo (keep calm), io non confondo il divertimento con dimostrare, convincere, cercare approvazioni o attendere premi. Mi bastano le parole dei gestori del sito che reputo persone simpatiche, preparate, aperte all’innovazione e alla sperimentazione. Se poi parliamo di “sparare” l’unico che spara sei tu. Lo sai come si dice in Italia, spari c….te a raffica!!!! D’ora in avanti qualsiasi cosa scriverai, non ti leggerò a prescindere.
    Ti saluto e ribadisco: sono fiero di appartenere alla vasta schiera dei “fenomeni da baraccone abomini” e farò di tutto per continuare ad esserlo …… armonicamente …. per la tua felicità.
    G.
    P.S. Ti prego solo di segnalarmi eventuali errori che potrei aver commesso nell’uso dell’italiano. Grazie.

  7. Ale X Says:

    Prevedevi male e hai letto anche peggio. Le mie non sono affatto offese, e sinceramente non capisco perché la prendi così sul personale e ti abbandoni così facilmente al turpiloquio (“spari c….te a raffica”, quindi come vedi non sono io che offendo). Io ho giudicato il tuo abbigliamento in queste foto, che ribadisco essere secondo me ridicolo, abominevole e da fenomeno da baraccone, poi personalmente non ti conosco e non so che persona sei, ma non è il tuo essere persona l’oggetto del contendere e l’oggetto della mia critica. L’offesa non è nelle mie corde e non vedo niente di offensivo nelle mie parole, tantomeno ai gestori del sito, ma solo opinioni su un outfit, accompagnate da critiche di un secondo me inopportuno linguaggio inglese e di un atteggiamento che francamente ribadisco essere abbastanza arrogante (ovvero il rimarcare che ti hanno pubblicato persone competenti, che sei un abituè del sito, ecc.).
    “Non sono un paio di foto e aggiungo non è la prima volta”… ecco appunto, l’atteggiamento di cui parlavo. Qui SONO un paio di foto e queste ho giudicato, punto, che poi tu sia un abituè del sito non è affar mio, come se poi questa cosa possa incidere sul giudizio di tali foto. Cosa vuoi dire dicendo che non è la prima volta che ti pubblicano? Altra “sparata di pose” come per dire “mi pubblicano sempre, vuol dire che vesto bene”? Bene, sono contento per te, sono contento che ti senta gratificato dalla pubblicazione di tue foto in un blog, ma innanzitutto un mondo fatto di “yes men” che approvano tutto, ti dicono che sei sempre bellissimo e che ti leccano il posteriore (e scusa la volgarità, e non mi sto riferendo ai gestori del sito, ma è un discorso generale) non mi appartiene e spero che non appartenga nemmeno a te, che però non sembri accettare neanche banali critiche di uno sconosciuto, e poi in secondo luogo io non sto dicendo che ti vesti male, sto dicendo che questo outfit è ridicolo. Poi in mille altre occasioni può essere che sarai stato per me perfetto, chi lo sa, io ho solo giudicato QUESTE foto. E non credo neanche di essere stato superficiale perché ho puntualizzato cosa non va e se vuoi ci aggiungo pure che non mi piace la pochette di quel colore in questo contesto, idem per le scarpe troppo contrastanti col resto (le avrei preferite scure). Poi può anche essere che mi esprima da scaricatore di porto e che possa urtare la suscettibilità di chi viene criticato, questo ti consento di dirmelo, ma anche con parole edulcorate non cambia la sostanza del mio pensiero e francamente… W la schiettezza! Quanto alle offese ai gestori del sito, francamente anche in questo caso non traspare alcuna offesa nelle mie parole. Ho solo detto che pubblicano anche fenomeni da baraccone, e questo non è un giudizio sulla loro competenza, ma solo un dato di fatto secondo il mio giudizio estetico e non ci credo che a te piacciano tutti gli outfit pubblicati dal sito, sono certo che anche tu avrai pensato almeno una volta “ma come si è vestito questo?” e capirai certamente che ciò non inficia il giudizio sulla qualità del blog e della competenza dei suoi gestori. O sbaglio?

    P.S. Non sono quello che nei forum chiamano grammar nazi, che sta attendo ai minimi errori ortografici e sintattici, ho solo denotato che parlarci in inglese quando siamo entrambi italiani non era opportuno perché non avrebbe giovato alla reciproca comprensione e avrebbe reso forse più difficile l’espressione di alcuni concetti. Prego.

  8. Ale X Says:

    E sono certo che inoltre mi leggerai e condividerai molte cose che ho scritto (ovviamente non il giudizio estetico sull’outfit, quello è ovvio che non lo condividerai). Sono abbastanza fiducioso che tu sia abbastanza intelligente da capire che non ti trovi di fronte al disturbatore di turno che ti ha puntato e ti distrugge ogni outfit e da capire che il confronto e la critica, più dell’approvazione acritica, siano il sale della vita

TRASHNESS (est. 2012) // Boekweitstraat 62 - 2153ES - Nieuw-Vennep

239 days ago